Altri studi selezionati

RIDUZIONE DI STRESS, ANSIA E BURNOUT

 

  • Uno studio randomizzato controllato di tre mesi sugli insegnanti della scuola secondaria nel Vermont ha scoperto che la pratica della MT ha ridotto significativamente lo stress percepito, la depressione e il burnout complessivo degli insegnanti. Charles Elder MD, MPH, FACP et al., Effetti della meditazione trascendentale sul burnout dei dipendenti: studio controllato randomizzato. The Permanente Journal, 2014 Winter; 18 (1): 19-23.

 

  • Due mesi di pratica regolare della MT hanno significativamente ridotto lo stress percepito e i disturbi dell’umore nei caregiver familiari, tra cui la riduzione di ansia, depressione, rabbia, confusione e affaticamento e un aumento del benessere spirituale. Nidich S et al. Riduzione dello stress con il programma di Meditazione Trascendentale nei caregiver: studio pilota. International Archives of Nursing and Health Care Perspectives (2015): 1 (11): 1-4.

 

  • Uno studio controllato randomizzato su 42 partecipanti che hanno frequentato la facoltà di medicina presso la Loyola Stritch Medical School di Chicago per un periodo di quattro mesi ha rivelato che la pratica della MT era associata a livelli significativamente ridotti di esaurimento, depressione e insonnia dei medici. Loiselle M, et al. Effetti della meditazione trascendentale su burnout, depressione e insonnia dei medici: uno studio controllato randomizzato. In preparazione per la pubblicazione, Academic Medicine 2020.

 

  • In uno studio pilota su 27 infermieri ospedalieri, sono stati rilevati alcuni parametri prima e 4 mesi dopo l’istruzione nella tecnica MT. I risultati post-test hanno mostrato miglioramenti statisticamente significativi della resilienza e delle 3 sottoscale del questionario sulla fatica della compassione (il costo di occuparsi degli altri): esaurimento degli infermieri, stress traumatico secondario e soddisfazione della compassione. Bonamer J, Aquino-Russell C. La meditazione trascendentale riduce l’affaticamento nell’occuparsi degli altri (compassione) e migliora la resilienza degli infermieri. Journal for Nurses in Professional Development (2019); 35 (2); 93-97.

 

  • Una meta-analisi di 16 studi randomizzati controllati ha riscontrato che la MT è particolarmente efficace nel ridurre l’ansia nelle persone con ansia elevata, inclusi prigionieri, veterani di guerra e rifugiati di guerra, con rapide riduzioni dell’ansia entro le prime due settimane di pratica. Orme-Johnson DW, Barnes V. Effetti della tecnica di meditazione trascendentale sui tratti dell’ansia: una meta-analisi di studi randomizzati controllati. Journal of Alternative and Complementary Medicine (2013); 20: 330-341.

 

  • Una meta-analisi di 30 studi ha dimostrato che la MT è più efficace nel ridurre tratti dell’ansia rispetto alla mindfulness e altre tecniche di meditazione. Sedlmeier P, et al. Gli effetti psicologici della meditazione: una meta-analisi. Bollettino Psicologico 2012; 138, 1139-1171.

 

  • Una meta-analisi di 32 studi sulla fisiologia ha scoperto che la tecnica della MT ha prodotto un livello di riposo doppio rispetto a quello del riposo normale (riposo ad occhi chiusi) su marcatori oggettivi di rilassamento, tra cui frequenza respiratoria, lattato nel plasma e resistenza basale della pelle. Dillbeck M e Orme-Johnson D (1987). Psicologo americano, 42, 879–881.

 

  • La pratica della MT è stata associata a significative riduzioni degli ormoni dello stress, tra cui cortisolo, epinefrina e noradrenalina, sia durante che dopo la pratica. Jevning R, Wilson AF, Davidson JM. Attività adrenocorticale durante la meditazione. Ormoni e comportamento 1978 10 (1): 54-60. Infante JR, et al. ACTH e b-endorfina nella meditazione trascendentale. Fisiologia e comportamento 1998; 64: 311-5. Infante JR, et al. Livelli di catecolamina nei professionisti della tecnica di meditazione trascendentale. Fisiologia e comportamento. 2001; 72 (1-2): 141-6. Werner OR, et al. Cambiamenti endocrinologici a lungo termine in soggetti che praticano la meditazione trascendentale e il programma TM-Sidhi. Medicina psicosomatica 1986; 48: 59–66.

 

RIDUZIONE DEI SINTOMI DA STRESS POST-TRAUMATICO

 

  • Uno studio randomizzato e controllato su 203 veterani militari con PTSD condotto presso il Sistema Sanitario San Diego VA, ha riscontrato che la MT ha un’efficacia pari o superiore della tradizionale terapia del’esposizione al trauma (esposizione prolungata) nel ridurre i sintomi del disordine post-traumatici (PTSD). Il 61% dei veterani assegnati alla MT ha sperimentato un miglioramento clinicamente significativo dei sintomi di PTSD, rispetto al 42% con esposizione prolungata e al 32% con educazione sanitaria. Nidich S, et al. Meditazione non focalizzata sul trauma rispetto alla terapia dell’esposizione nei veterani con disturbo post traumatico da stress: uno studio randomizzato controllato. The Lancet Psychiatry 2018 5: 975-986.

 

  • La MT ha ridotto i molteplici sintomi del disturbo post-traumatico da stress nei veterani di guerra statunitensi, con riduzione di depressione, ansia, insonnia, gravità della sindrome da stress ritardato, intorpidimento emotivo, consumo di alcol, problemi familiari e difficoltà a trovare lavoro. Rosenthal JZ, et al. Effetti della meditazione trascendentale nei veterani dell’Operazione Enduring Freedom e dell’Operazione Iraqi Freedom con disturbo post-traumatico da stress: uno studio pilota. Medicina militare 2011; 176: 626-630.

 

  • La pratica della MT ha ridotto i sintomi del DPTS nei veterani di guerra al di sotto dei livelli clinici dopo un mese, con ulteriori riduzioni dopo tre mesi. Lo studio ha scoperto che i veterani che praticavano la MT due volte al giorno (programma raccomandato) avevano una diminuzione maggiore del 30% nei sintomi della PTSD rispetto ai veterani che praticavano la MT solo una volta al giorno, un effetto dose-risposta che suggerisce la causalità. Herron RE e Rees B. L’impatto del programma di meditazione trascendentale sui sintomi del disturbo post-traumatico da stress dei veterani: uno studio pilota incontrollato. Military Medicine 2017; 1:1-7.

 

  • I membri del servizio militare in servizio attivo con PTSD o ansia che hanno appreso la MT hanno mostrato una riduzione dell’uso di farmaci e una riduzione generale della gravità dei sintomi psicologici. Barnes VA, et al. Meditazione trascendentale e uso di farmaci psicotropi tra i membri del servizio militare in servizio attivo con ansia e PTSD. Medicina militare 2016; 181: 56-63.

 

  • Uno studio controllato randomizzato con detenuti maschi, una popolazione con uno dei più alti tassi di traumi a vita (lifetime) di qualsiasi segmento della società, ha trovato significative riduzioni dei sintomi del trauma dopo quattro mesi di MT. Nidich S, et al. Riduzione dei sintomi di trauma e stress percepito nei detenuti maschi attraverso il programma di Meditazione Trascendentale: uno studio randomizzato controllato. Il giornale permanente. 2016; 20 (4): 16-27.

 

  • Uno studio randomizzato controllato su militari veterani con disturbo post-traumatico da stress (PTSD) ha riscontrato riduzioni significative di ansia, insonnia, depressione e abuso di alcol. Brooks JS e Scarano T. Meditazione trascendentale e il trattamento dell’aggiustamento post-Vietnam. Journal of Counselling and Development 1985; 64: 212-215.

 

RIDUZIONE DELL’USO DI ALCOL E DROGHE

 

  • I pazienti di un programma di riabilitazione residenziale per il disturbo da uso di alcol che hanno strettamente rispettato la regolarità della pratica della MT due volte al giorno (programma raccomandato), avevano significativamente meno probabilità rispetto al gruppo di controllo di riprendere a bere (25% vs 59%) o a bere pesantemente (0% contro 47 %) dopo le dimissioni. Gryczynski, J., et al. Integrazione della Meditazione Trascendentale (MT) nel trattamento del disturbo da uso di alcol (AUD). Journal of Substance Abuse Treatment (2018); 87: 23-30.

 

  • Nelle meta-analisi, la MT era più efficace nel ridurre il fumo, il consumo di alcol e l’uso di droghe rispetto ai programmi convenzionali, indipendentemente dal fatto che questi fossero combinati o meno con tecniche di rilassamento. Alexander, C.N., Robinson, P. e Rainforth, M., Trattare alcol, nicotina e abuso di droghe attraverso la meditazione trascendentale: una revisione e una meta-analisi statistica. Alcolismo trimestrale, 1994; 11: 13-87.

 

MIGLIORAMENTO DELLA SALUTE DEL CUORE

 

  • Una meta-analisi di 107 studi indipendenti sulla riduzione dello stress e dell’ipertensione, ha rivelato che il programma di Meditazione Trascendentale ha ridotto la pressione sanguigna in misura significativamente maggiore rispetto ad altri interventi mente-corpo che sono stati studiati a questo proposito. Rainforth MV, et al (2007). “Programmi di riduzione dello stress in pazienti con elevata pressione sanguigna: una revisione sistematica e meta-analisi.” Rapporti attuali di ipertensione, 9 (6): 520–528.

 

  • Una dichiarazione scientifica dell’American Heart Association (AHA) conferma che la MT riduce la pressione sanguigna e afferma che “la MT può essere considerata nella pratica clinica come strumento per ridurre la pressione arteriosa. Al contrario, il rapporto AHA ha trovato prove non sufficienti per raccomandare altre tecniche di meditazione per la riduzione della pressione sanguigna. Brook RD, et al. Oltre i farmaci e la dieta: approcci alternativi per abbassare la pressione sanguigna. Una dichiarazione scientifica dell’American Heart Association. Ipertensione 2013; 61: 1360-1383.

 

  • Uno studio controllato randomizzato a lungo termine su pazienti con malattie coronariche ha mostrato che la pratica della Meditazione Trascendentale era associata a una riduzione del 48% della mortalità, infarto miocardico non fatale e ictus rispetto al gruppo di controllo per un follow-up con durata media di cinque anni. Schneider RH, et al. Riduzione dello stress nella prevenzione secondaria delle malattie cardiovascolari: studio randomizzato controllato di meditazione trascendentale ed educazione sanitaria nei neri. Circolazione: qualità cardiovascolare e risultati. 5: 750-758, 2012.